Settembre a Torino, Verical City Race

 

Nel palinsesto degli eventi per Torino Capitale europea dei Giovani 2010 rientra la Torino Vertical City Race: formula sportiva RIVOLUZIONARIA e unica, poco conosciuto in Italia, ma enormemente popolare in altri Paesi del mondo. Si tratta di una competizione a squadre che unisce varie discipline (corsa, mountain-bike, kayak, arrampicata e orienteering) con l'obbiettivo di portare gli atleti a scoprire e apprezzare il contesto urbano nel quale gareggiano: strade, ponti, sentieri, alberi, fiumi e mezzi pubblici vengono trasformati in un grande parco-giochi stravolgendo, per un giorno, il volto stesso della citta'.
La gara si svolgera' il 12 settembre tra Piazza Castello, il Parco della Maddalena e quello di Superga, il fiume Po, i murazzi e il centro cittadino.
Mettete alla prova il vostro spirito di gruppo e le capacita' di versatilita' e resistenza: allenatevi e fatevi prendere!!

TAB 2010, vincono Graftiaux e Sharafutdinov


Chloe Graftiaux e Dimitry Sharafutdinov vincono l'edizione 2010 del TAB, l'appuntamento annuale con bouldering a l'Argentiere la Bessee. In campo femminile la gara si decide solo all'ultimo blocco: Chloe e' l'unica atleta a completare tutti i problemi proposti davanti a Yulia Abramchuk e Melanie Sandoz. In campo maschile e' la "zona" del secondo blocco a fare la differernza e permette a Sharafutdinov di ottenere la vittoria su Loic Gaidioz e Manu Romain (vincitore l'anno scorso del master di Serre Chevalier in programma per sabato nela vicina Briancon).

Photogallery

Rock Master 2010 visto da noi

Bshop, per Voi, al Climbing Stadium di Arco


DUELLO LEAD: VINCONO ONDRA E POSCH
Il Rock Master 2010, che cede il passo agli IFSC World Championship 2011, ad Arco dal 15 al 24 luglio del prossimo anno, si chiude con il gran Duello del Lead. Vincono Adam Ondra, davvero leggero e dinoccolato e la sedicenne austriaca Katharina Posch, una delle più belle sorprese di questo Rock Master. Katharina Posch si e' distinta per la giovane eta' coniugata ad una formidamile consapevolezza dei gesti, o, per dirla con le parole di Marzio Nardi, la sola voce maschile del commento di gara, per il fatto di arrampicare "a mente libera" come solo un giovanissimo ad inizio carriera puo' fare.

SPECIALITA' LEAD - "AL CUORE, RAMON!"
Climbing Stadium pieno ed eccitato per il rito della spettacolare finale in notturna della specialita' Lead. i Piu' forti risultano lo spagnolo Ramon Julian Puigblanque, che infiamma il pubblico per la lucidita' con cui chiude la complessa via, e la coreana Jain Kim. Negli ultimi passaggi Ramon lascia tutti con il fiato sospeso... colpiti al cuore da un formidabile colpo letale. Immagini che i presenti ricorderanno a lungo fino al volo liberatorio con la standing ovation del pubblico che sancisce la sua 5a vittoria al Rock Master. E’ primo sul podio davanti a Jakob Schubert e ad Adam Ondra.
La finale femminile, prima in ordine di tempo, prevede una via molto complessa. Jain Kim, l'ultima donna a partire, e' l'unica ad arrivare quasi al top, cadendo ad un filo dalla catena e qualificandosi davanti a Katharina Posch, seconda, e ad Angela Eiter, terza.

BOULDER FEMMINILE
La spunta su tutte un’impeccabile Anna Stöhr in versione super. Non a caso per la campionessa austriaca questa e' la 3a vittoria al Rock Master. Una battaglia bellissima che ha tenuto il pubblico con il fiato sospeso fino all'ultimo minuto e soprattutto nel testa a testa con l'ucraina Olga Shalagina e con la giapponese Akiyo Noguchi, al 2° e 3° posto.

BOULDER MASCHILE
E' Cédric Lachat - the Warrior -  il vero campione della durissima finale boulder. Tenace, e forte come un vero guerriero, lo svizzero e' anche dotato di un senso dello humor fuori dal comune. Quando chiede il supporto del pubblico strappa anche sonore risate liberatorie della tensione accumulata, quando non riesce in un tentativo particolarmente impegnativo, impreca simpaticamente abbozzando pero' anche un sorriso. Risolve 2 blocchi su 4 e vince l'edizione del 2010 offrendo uno spettacolo indimenticabile. Bravissimi anche gli altri concorrenti tra cui il fortissimo russo Rustam Gelmanov, 2°, e il giapponese Tsukuru Hori, in forma strepitosa.

TEAM SPEED
Il primo Team Speed, sperimentato con successo nonostante fosse una formula assolutamente nuova per tutti e' stato vinto dal team cinese, composto, come gli altri team, da due uomini e una donna. Durante le qualificazioni i due team russi hanno dimostrato grandissima grinta e soprattutto velocita, ma una scivolata poco prima del top ha soffiato loro la possibilita' di arrivare primi. Secondo posto per l’altro team russo che riesce a spuntarla sul team venezuelano, al terzo posto. Bellissima gara!

Guarda le photogallery…

Rock Master 2010, il duello tra Adam Ondra e Cedric Lachat



Sfoglia le immagini del Rock Master 2010 e guarda il video della sfida, con l'originale formula a duello, tra Adam Ondra (CZE) e Cedric Lachat (SUI). Ricordiamo che lo svizzero gareggia dopo aver lottato per ottenere la vittoria nel Bouldering, essersi qualificato sesto nella Lead ed essere arrivato alla semifinale ripresa nel filmato... Da notare:
- l'itinerario del video è stato valutato 7c
- se conosci il Bside riconoscerai anche il commento tecnico!!!

Guida ai blocchi di Frise (Valle Grana)











Scarica il pdf con la guida di Paolo Bertolotto sui blocchi di Frise

GRIGRI 2 - vent'anni dopo

A 20 anni dall'introduzione sul mercato dell'assicuratore autobloccante più famoso al mondo, Petzl presenta il nuovissimo GRIGRI 2. Disponibile nel 2011.



GRIGRI 2 - Assisted braking belay device by Petzl from Petzl-sport on Vimeo.

Elementi di disturbo per Gabriele Moroni

Nuova via estrema per Gabriele Moroni che sale "Elementi di disturbo",  25 metri di granito chiodati da Alberto Gnerro qualche anno fa.
Leggi tutto sul Blog di Gabriele Moroni

Leonardo Gontero per la prima volta al Tetto di Sarre (AO)


Il 6 luglio scorso Leonardo Gontero, mentre rifiniva gli allenamenti per la tappa di Coppa del Mondo speed di Chamonix e per il Rockmaster, è andato per la prima volta a farsi un giro al Tetto di Sarre (AO) ed in giornata si è portato a casa:
Cruditè perverse - 7b - a vista
Madre Coraggio - 7b - a vista
Kabuki - 7c - a vista
Infine, dopo aver mancato di un soffio l'on sight, scende da Kabuki Plus (8a) e la sale al secondo tentativo.
Posted by Picasa

VIDEO Evolution Tour - il trailer


Video Evolution tour (trailer) - la storia di Philippe Ribiere

E' la storia di un bambino affetto dalla sindrome di Rubinstein-Taby. Philippe nasce nel 1977 da genitori ignoti, soffre di una malformazione multipla che gli impedisce una totale libertà di movimento. Ma la sua perseveranza e la sua autonomia gli permettono di frequentare un percorso scolastico "normale"... Nonostante ciò l'accesso alla "normalità" non soddisfa la sua sete di sfida e così nel 1994 scopre la scalata... L'arrampicata trasforma il suo handicap in un vantaggio ed apre il percorso ad un'integrazione sociale e ad un pieno riconoscimento. Leggi tutto su Petzl.com

Lavori in corso al Bside Climbing Village

Lavori in corso al Bside Climbing Village per preparare la nuova struttura sullo strapiombo...
Vi aspettiamo il 22 luglio per la festa di inaugurazione!
Posted by Picasa

Festa d'estate + SMONTEREMO TUTTO

Giovedì 22 luglio al Bside Climbing Village si comincia alle 19.30 (ingresso gratuito).
  • ore 19.30 | 4 APPIGLI PER UNA SANGRIA
    Al comando "smonteremo tutto" si procederà allo smontaggio di 4 appigli dai muri indicati per avere in premio un bicchiere di Sangria...
  • ore 20.00 | MONTA CHI SMONTA
    ogni 4 appigli smontati e relativo bicchiere bevuto si guadagna un tentativo su uno dei blocchi tracciati sul nuovo strapiombo (3 verdi, 2 blu, 2 gialli per vincere i premi in palio)
  • ore 20.30  | SPAGHETTO IN THE GHETTO
    da zio Marce e sorella Federica... spaghetti, birra e rockandroll...




Segui l'evento su Facebook e su Bshopzone.com