Rock Master 2010 visto da noi

Bshop, per Voi, al Climbing Stadium di Arco


DUELLO LEAD: VINCONO ONDRA E POSCH
Il Rock Master 2010, che cede il passo agli IFSC World Championship 2011, ad Arco dal 15 al 24 luglio del prossimo anno, si chiude con il gran Duello del Lead. Vincono Adam Ondra, davvero leggero e dinoccolato e la sedicenne austriaca Katharina Posch, una delle più belle sorprese di questo Rock Master. Katharina Posch si e' distinta per la giovane eta' coniugata ad una formidamile consapevolezza dei gesti, o, per dirla con le parole di Marzio Nardi, la sola voce maschile del commento di gara, per il fatto di arrampicare "a mente libera" come solo un giovanissimo ad inizio carriera puo' fare.

SPECIALITA' LEAD - "AL CUORE, RAMON!"
Climbing Stadium pieno ed eccitato per il rito della spettacolare finale in notturna della specialita' Lead. i Piu' forti risultano lo spagnolo Ramon Julian Puigblanque, che infiamma il pubblico per la lucidita' con cui chiude la complessa via, e la coreana Jain Kim. Negli ultimi passaggi Ramon lascia tutti con il fiato sospeso... colpiti al cuore da un formidabile colpo letale. Immagini che i presenti ricorderanno a lungo fino al volo liberatorio con la standing ovation del pubblico che sancisce la sua 5a vittoria al Rock Master. E’ primo sul podio davanti a Jakob Schubert e ad Adam Ondra.
La finale femminile, prima in ordine di tempo, prevede una via molto complessa. Jain Kim, l'ultima donna a partire, e' l'unica ad arrivare quasi al top, cadendo ad un filo dalla catena e qualificandosi davanti a Katharina Posch, seconda, e ad Angela Eiter, terza.

BOULDER FEMMINILE
La spunta su tutte un’impeccabile Anna Stöhr in versione super. Non a caso per la campionessa austriaca questa e' la 3a vittoria al Rock Master. Una battaglia bellissima che ha tenuto il pubblico con il fiato sospeso fino all'ultimo minuto e soprattutto nel testa a testa con l'ucraina Olga Shalagina e con la giapponese Akiyo Noguchi, al 2° e 3° posto.

BOULDER MASCHILE
E' Cédric Lachat - the Warrior -  il vero campione della durissima finale boulder. Tenace, e forte come un vero guerriero, lo svizzero e' anche dotato di un senso dello humor fuori dal comune. Quando chiede il supporto del pubblico strappa anche sonore risate liberatorie della tensione accumulata, quando non riesce in un tentativo particolarmente impegnativo, impreca simpaticamente abbozzando pero' anche un sorriso. Risolve 2 blocchi su 4 e vince l'edizione del 2010 offrendo uno spettacolo indimenticabile. Bravissimi anche gli altri concorrenti tra cui il fortissimo russo Rustam Gelmanov, 2°, e il giapponese Tsukuru Hori, in forma strepitosa.

TEAM SPEED
Il primo Team Speed, sperimentato con successo nonostante fosse una formula assolutamente nuova per tutti e' stato vinto dal team cinese, composto, come gli altri team, da due uomini e una donna. Durante le qualificazioni i due team russi hanno dimostrato grandissima grinta e soprattutto velocita, ma una scivolata poco prima del top ha soffiato loro la possibilita' di arrivare primi. Secondo posto per l’altro team russo che riesce a spuntarla sul team venezuelano, al terzo posto. Bellissima gara!

Guarda le photogallery…

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.