26esima edizione della Pierramenta | 17-20 marzo

Per saperne di più, clicca e scarica il pdf (7,42 Mb)

9700 metri di dislivello per questa ventiseiesima edizione 2011 che prevede quattro giorni di gara, dal 17 al 20 marzo.
La tradizionale tappa del Grand Mont, con la massiccia presenza del pubblico a sostenere gli scialpinisti in gara, si terrà sabato  (per l’occasione la seggiovia del Grand Mont aprirà alle 5.30).

Per maggiori informazioni:
visita il sito ufficiale www.pierramenta.com
scarica il pdf della manifestazione (7,42 Mb) »
classifiche »

Viù, domenica 27 marzo | Campionato regionale giovanile - II prova

 

L’associazione sportiva B-side organizza la seconda prova di campionato regionale giovanile a Viù (Valli di Lanzo). L’appuntamento è per domenica 27 marzo. scarica la locandina in formato pdf per visualizzare il programma della manifestazione.

Locandina e programma (176 Kb) »

TCC 011 | finale alla SASP | sabato 26 marzo

Siamo giunti all’ultima tappa del circuito boulder piemontese. La finale si terrà sabato 26 marzo alla SASP di Torino. Qui di seguito puoi consultare la classifica provvisoria generale aggiornata all’ultima tappa.

Classifica combinata provvisoria »

Ecco il programma della finale al Palatazzoli di Torino:

12.30 | apertura iscrizioni
13.00 - 16.00 | gara categorie Top e Debuttanti*
16.00 - 19.00 | gara categoria Amatori*
19.30 | aperitivo, estrazione premi e premiazione miglior atleta piemontese dell'anno
20.00 | finali top e amatori, a seguire premiazione gara e circuito

* si ricorda che gli atleti avranno a disposizione 2h30’ per la loro prova

Direttissima Harlin alla Nord dell’Eiger

Eiger

Patrice Glairon-rappaz, Paulo Robach e Cédric Perillat hanno tentato dal 30 gennaio al 5 febbraio 2011 la salita della "Direttissima Harlin" sulla parete Nord dell'Eiger. Cédric racconta la loro avventura:

"Una prospettiva ambiziosa d'impegno, quella di cimentarsi sulla "Direttissima Harlin" della Nord dell'Eiger, aperta dal 23 febbraio al 25 marzo 1966 da alcune forti cordate americane, inglesi e tedesche in diversi tentativi e con l'aiuto di centinaia di metri di corde fisse.

In questi quarant'anni la via non ha avuto molte ripetizioni.
La prima è attribuita a giapponesi che hanno trascorso qui tre mesi durante l'inverno del 1970, con 2355 metri di corde fisse... Dopo questa impresa è seguita la ripetizione del GMHM in 18 giorni nell'inverno 1978 (ancora con corde fisse e tutto il resto), poi quella di Tobin Sorenson e Alex MacIntyre in 4 giorni durante l'autunno del 1978. Quest'ultima è la prima ripetizione in stile alpino della via. Ma la prima salita in stile alpino e in inverno resta ancora da fare. Nonostante l'aiuto delle corde fisse lasciate sul posto dal GMHM, Slavko Sveticic ha realizzato un'incredibile performance salendo, da solo, la via in 26 ore il 15 e il 16 gennaio 1990, uscendo dalla via classica del 1938. Performance da extraterrestri! In sette giorni nel febbraio 1997, un team di quattro russi ha ripercorso la via in inverno in questa ultima versione.
Alla fine, dopo il 1966 non si sono più viste ripetizione della via in stile alpino (senza l'uso di corde fisse) nella sua versione originale.

Leggi tutto su Petzl.com »

Il cielo scolpito di Paolo Albertelli

Profili - clicca e scarica il catalogo pdf (3,59 Mb)

« Con questo lavoro continuo la mia ricerca all’interno del paesaggio delle mie esperienze reali e virtuali, il linguaggio ruota attorno ai temi fondamentali della mia vita e agli spazi vissuti o immaginati. Nei miei archivi mentali s’incrociano esperienze di laboratorio e vissuto all’aria aperta una necessità fisiologica che mi spinge a vivere i panorami e un altrettanto necessita che me li fa rappresentare permettendomi di continuare il contatto, descrivendoli e decostruendoli. Le rappresentazioni in questo caso bidimensionali, frutto di un semplice taglio necessariamente essenziale, hanno una loro autonomia (che lascia spazio all’immaginario di chi le vede) nei materiali che le compongono e nei colori e le patine che eventualmente le ricoprono. » (Paolo Albertelli)

« La scultura di montagna ha un problema: non esiste. Che senso ha parlare di scultura, o di musica, o di letteratura di montagna? Sono solo catalogazioni da riserva indiana, che denotano il bisogno degli alpinisti di starsene in un circolo chiuso ma non connotano particolari scelte stilistiche.
Che dire, allora, della scultura tradizionale valdostana o della scultura lignea gardenese? Si può rispondere che non si tratta di artigianato specificamente alpino, nel senso di qualcosa che attinga direttamente all'ambiente della montagna, ma più propriamente di artigianato rurale, che si ispira alla civiltà contadina (che non è tipica delle Alpi) e oscilla tra profano e sacro, abbinando immagini di alpigiani e di santi, pastori di animali e pastori di anime. E la montagna resta sullo sfondo.
Una delle prime cose mancanti nella scultura "di montagna" è la vera caratteristica della montagna stessa: il cielo. Ma non ci sono cieli nelle mucche degli scultori valdostani e nemmeno nei crocefissi degli artisti gardenesi. Il cielo si potrà forse immaginare, ma non si vede quasi mai. Ed ecco invece la novità dell'opera di Paolo Albertelli, che attraverso la scelta dei profili ricavati dalle immagini di raffinati fotografi di montagna (Colonel, Camisasca) riesce a rendere l'incommensurabilità della montagna, il cielo appunto, e riesce a collocare i personaggi (alpinisti, sciatori, escursionisti) nello spazio alpino per eccellenza.
Paradossalmente, e qui sta l'altra notevole invenzione dell'artista torinese, la scelta è attuata usando materiali grezzi come il metallo, che rendono ancora più affascinante il contrasto tra la pesantezza della materia e la leggerezza dell'azione.
Il risultato è sorprendente e non può lasciare indifferenti. » (Enrico Camanni)

Scarca il catalogo delle sculture di Paolo Albertelli in formato pdf (713 Kb) »

Visita il sito web di Paolo Albertelli »

Il catalogo Montura per la primavera estate

Montura

Bshopzone ha scelto i capi Montura per la primavera estate 2011. Scopri le novità sulla pagina dedicata a Montura… guarda le photogallery dei capi e verifica la disponibilità.

E9 – Catalogo on line primavera estate 2011

E9 primavera estate 2011 | catalogo on line

E9 presenta la nuova collezione primavera estate 2011. Scopri le novità sulla pagina del Bcommerce dedicata a E9 dove troverai le photogallery dei capi e potrai verificarne la disponibilità.
I negozi Bshop di Torino e Boves e lo staff Bshopzone ti aspettano…